L’arte del recupero: laboratori attivi ed esposizione lavori

Il progetto

Il No Tav Tour “Io sto con chi resiste” e l’associazione “La Credenza” propongono un ciclo di laboratori creativi accomunati dal contrasto alla cultura dell’”usa e getta”. Questi laboratori ci mostrano come ingegno e creatività ci permettano di riassemblare materiali che comunemente vengono scartati dando forma a nuovi oggetti che rispondono ai nostri bisogni ed esigenze.

In riferimento al tema di quest’anno “Diritti e Libertà” i laboratori si propongono di offrire una lettura critica della cultura del consumo. In particolare, l’arte del recupero costituisce un esempio di libertà: una progressiva liberazione, non dai bisogni, ma dalla modalità consumistica con cui tendiamo a soddisfare questi bisogni. Ci proponiamo, quindi, di distanziarci dalla logica del consumo ad ogni costo, per intraprendere un percorso di consapevolezza che mira a riconoscere il valore e il potenziale di oggetti che la logica dell’”usa e getta” classifica frettolosamente come inutili, inutilizzabili, rifiuti da bruciare negli inceneritori o da seppellire nelle discariche. Liberazione e diritti, intesi anche come diritti di questi oggetti che possono essere rivisitati, riassemblati, riparati e offrire ancora un contributo prezioso al nostro benessere e alla nostra esistenza. Il recupero non è solo riutilizzo materiale, ma è anche rivisitazione di storie, di saperi e di abilità che questi oggetti rappresentano e sanno ancora trasmettere. In questo modo, vogliamo anche mostrare che arte e artigianato non sono due mondi separati, ma saperi che trovano ricomposizione nelle creazioni uniche dei nostri artisti. Nello specifico, gli artisti del recupero ci mostreranno come dare nuova dignità e utilità a oggetti di cui eravamo convinti di doverci liberare:

  • Le “Streghe Alternative” ci mostreranno come creare vestiti e accessori riutilizzando indumenti dismessi, rovinati o fuori moda. Ad esempio, vedremo come da un vecchio jeans possiamo tirare fuori una borsa della spesa, un porta spilli e/o una gonna.

  • Alessandra che ha dato vita con “RicreAzione” ad un’esperienza attiva di riciclo creativo, ci insegnerà a creare complementi d’arredo sottraendo ai tarli e alla ruggine vecchissimi oggetti buttati o dimenticati nelle soffitte.

  • Cesare ci farà vedere come pezzi di carta di recupero possano trasformarsi in fantasiosi origami.

  • Il giocattolaio del recupero ci spiegherà come ideare e realizzare giocattoli originali e divertenti a partire da materiale che di solito viene buttato come, ad esempio, bottiglie e bicchieri di plastica.

I laboratori si svolgeranno sabato e domenica lungo il percorso della manifestazione. I visitatori potranno partecipare attivamente anche portando materiale proprio.

Per informazioni contattateci alla pagina facebook “Notavtour – Io sto con chi resiste”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *